Montefiore Conca – Signoria dei Malatesta

montefiore conca borgo

Montefiore Conca – Signoria dei Malatesta

Montefiore Conca è stata inserita, a pieno titolo, tra i 100 Borghi più belli d’Italia. Sicuramente suggeriamo una visita alla Rocca del 1300, che fu tra i castelli della famiglia Malatesta e che, a nostro parere, per la conformazione e la posizione, mantiene un fascino particolare. In estate la visita del centro storico, nel tardo pomeriggio, vi permetterà di godere di un panorama fantastico,  sulla bellissima valle del Conca, , Cattolica, Riccione, sino a Rimini. Anche in inverno il borgo mantiene inalterato il suo fascino, soprattutto quando il clima in Riviera diventa grigio e Montefiore Conca dall’alto domina e sovrasta la Riviera di Rimini, dai suoi 650 metri sul livello del mare. Una visita alle chiese ed al paesino fuori dalle mura è sempre consigliata.

 

montefiore conca Agriturismo

 

 

Il tesoro di Sigismondo

Di presunti spiriti erranti o inestimabili tesori nascosti, si parla da sempre e ovunque come riferimento a castelli e antiche dimore della vecchia Europa.

Di Sigismondo Pandolfo Malatesti se n’è parlato e se ne continua a parlare tuttora, in Italia e soprattutto a Rimini, città di cui fu il più importante signore del Quattrocento, esponente di spicco della dinastia Malatesti.

Valoroso condottiero e prodigo mecenate, a Rimini fece costruire la Rocca e il Tempio Malatestiano e amò circondarsi d’artisti, scienziati e letterati come molti signori del suo tempo.

Figura assai discussa, nel bene e nel male, su Sigismondo se ne son dette tante, non ultima la diceria di un suo “tesoro” nascosto nei camminamenti sotterranei della rocca di Rimini o di quella di Montefiore, ambedue dimore della famiglia Malatesti e domini di Sigismondo.

Ad alimentare queste ipotesi, alcuni ritrovamenti di documenti dell’epoca e recenti scavi effettuati nell’ultimo secolo in entrambe le rocche, anche se, spiegazione più verosimile alla nascita di questa leggenda potrebbe essere data dall’abitudine che Sigismondo aveva di far sistemare nelle fondamenta degli edifici da lui costruiti o rimodernati, numerose medaglie di bronzo (magari anche di metallo più prezioso) con la sua effige scolpita, in modo che il suo nome e le sue gesta passassero ai posteri e alla storia.

Ci riuscì talmente bene che, non solo ancora oggi a più di cinquecento anni dalla sua scomparsa si parla di lui, ma le bellissime e preziose medaglie che egli fece coniare da Matteo De Pasti e dal Pisanello, oggi ritrovate ed esposte, ieri fecero nascere nella mente del popolo l’idea di preziosi tesori nascosti in alcune delle rocche abitate dal signore di Rimino.

A testimonianza, le varie e fantasiose, quanto inattendibili e finora non provate voci, nate dopo i lavori di consolidamento e restauro effettuati nelle rocche di Montefiore e Rimini, le più accreditate dalla leggenda che vuole soprattutto Montefiore, residenza estiva del Malatesti, quale inaccessibile forziere del tesoro di Sigismondo.

In un documento notarile del 1464 conservato alla Biblioteca Gambalunga di Rimini, si narra di una cospirazione ordita contro Sigismondo, organizzata dal giureconsulto Ranieri de’Maschi – già ambasciatore e consigliere di Sigismondo poi caduto in rovina – e sventata grazie alla testimonianza di un tal Francesco di Giovanni Mengozzi, cliente del Maschi, il quale si trovò al posto giusto nel momento giusto.

Durante l’incontro in cui si tesse la trama della congiura, si nominò l’intenzione di abbattere alcune mura della rocca di Montefiore (e di Verucchio) dove sapevano essere nascosto il tesoro di Sigismondo.

Queste le uniche fonti scritte riguardo al tesoro. Tante le storie che si tramandano nel paese di padre in figlio e che parlano di una “torre del tesoro” altrimenti detta “torre del diavolo”, torre che, appartenente alla cinta muraria esterna della fortezza di Montefiore, sarebbe la candidata ideale a nascondere nella sua “stanza segreta” (camminamenti sotterranei murati sia verso l’interno sia verso l’esterno) il leggendario tesoro di Sigismondo, magari lasciato lì prima della fuga dei Malatesti durante l’assedio dei Montefeltro.

Così questa torre misteriosa (quella con la finestrella) che si dice attiri i fulmini a causa della forte presenza di metalli, sarebbe da secoli la sicura custode delle ricchezze dell’ultimo dei Malatesti cui la storia attribuisca un valore.

In molti hanno tentato scavi di fortuna, ma nessuno ha mai dato esito positivo, anche perché sempre bloccati dalle autorità competenti, le quali si sono limitate a lavori di consolidamento delle mura, con l’intenzione di preservare un bene storico di originale fattura come la fortezza di Montefiore da presunte dicerie popolari. Peccato…

A Rimini invece, gli scavi sono stati regolari, ma sono le voci circolate quelle di dubbia provenienza: si parla del ritrovamento di passaggi segreti sotterranei durante i lavori di demolizione dell’ala di Castel Sismondo adibita a prigione cittadina sino alla fine degli Anni Sessanta.

Si racconta pure del ritrovamento – durante i lavori di costruzione di un edificio in Via Valturio (guarda caso il celebre trattatista militare di Sigismondo), quindi nelle vicinanze della Rocca Malatestiana – di una specie di galleria o camminamento diretto verso il castello, interrotto da un pesante portale in ferro che nessuno è riuscito ad aprire…

Così da quelle parti, nelle vicinanze del Castello di Sigismondo, ci sarebbe ancora una porta che potrebbe custodire in una stanza segreta il suo leggendario tesoro…

A quanto pare, ben occultato nei meandri della fantasia. Nei secoli dei secoli.

 

Lara Fabbri

 

 


Termini di ricerca:

, B&B con piscina, Bed & breakfast il Casale, Agriturismo Riccione, , Agriturismo Rimini, Bed and breakfast a San Giovanni in Marignano con piscina, Agriturismo in Romagna, San Giovanni in Marignano. Bed and breakfast con giardino e piscina, agriturismo a San Giovanni in Marignano. Offerte bed and breakfast a Cattolica, Hotel in dayuse, vacanze estive in Romagna, appartamento estivo a Cattolica. Bed and breakfast a Tavullia, Autodromo Marco Simoncelli, Suite al Riviera Golf di San Giovanni in Marignano. Cerco camere per una vacanza sicura bed breakfast San Giovanni in Marignano, , , , , vacanza sicura in bed and breakfast. Enogastronomia in Romagna, Montefiore Conca tra i borghi più belli d’Italia , casa vacanze a San Giovanni in Marignano.

Montefiore Conca – Signoria dei Malatesta


Dicono di noi, recensioni e commenti:

 

booking.com
RECENSIONE BOOKING.COM --- hotel vicino al Federico ha scritto una recensione 17 febbraio 2020 Eccezionale - Voto 10
booking.com
RECENSIONE BOOKING.COM --- hotel vicino al Riviera Horses Claudio ha scritto una recensione 17 febbraio 2020 Eccezionale - Voto 10
booking.com
RECENSIONE BOOKING.COM --- hotel vicino a Cattolica Irene ha scritto una recensione 23 gennaio 2020 Eccezionale - Voto 10 «Lasciata
booking.com
RECENSIONE BOOKING.COM --- vacanza ottobre camera deluxe Irene ha scritto una recensione 7 ottobre 2019 Eccellente - Voto 9 «Proprietari
booking.com
RECENSIONE BOOKING.COM Nicola ha scritto una recensione 1 luglio 2019 Eccezionale - Voto 10 «L’accoglienza, la tranquillità,la pulizia e la
booking.com
RECENSIONE BOOKING.COM Nadia ha scritto una recensione ad agosto 2018 Splendida settimana ottimo soggiorno! Grazie Barbara! «Accoglienza splendida, pulizia impeccabile,
tripadvisor
TRIPADVISOR Monica L ha scritto una recensione a apr 2019 Tutto perfetto. Abbiamo visitato in questi anni tanti bed and
booking.com
BOOKING.COM Nicola ha scritto una recensione ad aprile 2019 Eccezionale «Padrona di casa molto gentile ed ospitale, camera con arredi
booking.com
RECENSIONE BOOKING.COM Nadia ha scritto una recensione il 27 giugno 2018 Eccezionale. «Ottima accoglienza. Posto ideale anche con un cane
booking.com
Recensione Booking.com voto 10 Nadia ha scritto una recensione il 27 giugno 2018 Great place. «Lovely kind owners. Room was
tripadvisor
TRIPADVISOR Monica L ha scritto una recensione a apr 2019 Tutto perfetto. Abbiamo visitato in questi anni tanti bed and


Luoghi da vedere o visitare:

 

gradara festa medievale
Gradara è sicuramente tra i borghi più belli della Romagna, è situato tra Cattolica e San Giovanni in Marignano. La


 

Open chat
Hai bisogno di aiuto?